Terzigno: fermato il malvivente che aveva commesso una rapina in un opificio tessile.

Pubblicità

La mattina del 2 aprile all’interno di un opificio tessile di Terzigno un malvivente si è introdotto e armato di pistola aveva minacciato il titolare per impossessarsi di quattrocento euro. Successivamente si è allontanato a bordo di un’Audi A3.
La vittima aveva richiesto al 112 l’intervento di una pattuglia, quindi erano intervenuti sul posto i Carabinieri della Stazione di Terzigno.
I militari avevano raccolto dichiarazioni e descrizioni, effettuato il sopralluogo e hanno esaminato le immagini dei sistemi di videosorveglianza, raccogliendo una serie di elementi che hanno condotto tutti ad Alfonso Salvati, un trentottenne di San Giuseppe Vesuviano. A casa dell’uomo i Carabinieri hanno trovato i vestiti indossati durante la rapina e una pistola a salve privata del tappo rosso.
L’uomo è stato sottoposto a fermo per rapina aggravata e tradotto al carcere di Poggioreale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*