La Salernitana cade a Venezia con un gol di Domizzi al 31′ del primo tempo

Pubblicità

Basta un goal di Domizzi a decidere nel match di domenica la gara tra Venezia e Salernitana, terza in classifica. La partita è tutto sommato equilibrata, ma i ragazzi di mister Zenga riescono ad avere il guizzo in più che vale tre punti. Prima palla utile all’undicesimo, con una buona occasione per i padroni di casa, ma il passaggio di Falzerano è troppo corto. Sul ribaltamento di fronte, Vicario respinge bene la conclusione di Di Gennaro. Pochi secondi dopo traversa degli ospiti, con Di Gennaro che calcia al volo ma trova il montante. Passano i minuti e sono i padroni di casa ad attaccare con più decisione, finché, al 31′, arriva il gol: Di Mariano calcia una punizione che Micai respinge male. Domizzi è il più lesto e insacca. Vantaggio un po’ a sorpresa, arrivato alla prima vera occasione degli uomini di Zenga. La Salernitana fatica a creare gioco, sia negli ultimi minuti del primo tempo che nella ripresa. La partita procede con pochi spunti da entrambe le parti: solo al 67′ Djuric si trova davanti a Vicario, ma il numero 12 lagunare chiude lo specchio. Altra buona occasione per il Venezia al 69′, ma Suciu di testa non impatta al meglio il pallone. Leoni di nuovo pericolosi all’ottantacinquesimo, con Segre che va a un passo dal 2 a 0: servito da Di Mariano, il numero 18 calcia alto. L’arbitro decreta cinque minuti di recupero ma il risultato non cambia e il Venezia infila la seconda vittoria consecutiva.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*