Una raccolta fondi del GMAnapoli per i bambini in Etiopia ai tempi del Coronavirus

Pubblicità

Alcuni bambini delle case famiglia GMAnapoli

I volontari del GMAnapoli sollecitano l’attenzione sulle condizioni in cui versano i Paesi africani anche in tempi di pandemia. In Etiopia non si ferma l’operato dell’OdV (Organizzazione di Volontariato) nel garantire istruzione, accoglienza, nutrimento e cure a donne, nuclei familiari, bambini (orfani e non) nelle case famiglia, precisamente nelle comunità di Shashamane, Asella e Hosanna, anche attraverso il sostegno a distanza (acronimo SAD, link in basso).

 

“Ad oggi [16 maggio, nda] sono 306 casi ufficiali di contagio riportati dal Ministero della sanità etiope. I numeri, però, non riflettono la situazione reale del paese, dal momento che il monitoraggio non è capillare, in una regione per larga parte rurale e non dotate di connessione internet stabile e infrastrutture sviluppate, come le comunità del sud dell’Etiopia in cui opera anche il GMAnapoli. I decessi lì non sono puntualmente tracciabili, così come le morti per malattie ataviche, quali malaria e dissenteria. Quindi, oltre ai numeri ufficiali, bisogna tenere conto della massiccia percentuale di sommerso.”- dichiara Laura Longo, volontaria nell’area Comunicazione per il GMAnapoli.

 

L’appello del GMA è accorato dalla piattaforma di raccolta fondi Gofundme (sotto i link utili). La descrizione dello stato dei fatti dall’altra parte del continente è chiara e urgente:- “Da una parte, le condizioni igienico-sanitarie non permettono di praticare le procedure di sanificazione e una capillare sorveglianza epidemiologica con adeguato ricorso a procedure di terapia intensiva in caso di espansione crescente della malattia; dall’altra le condizioni socio-economiche rendono impossibile il distanziamento sociale  e l’abbandono dei lavori saltuari e di strada che danno un minimo di sostentamento a tanti singoli e famiglie”.

 

“I nostri partner locali ci riportano, in maniera costante, una situazione che nei media mainstream non appare: quella della morte per covid, ma anche per fame.”- si legge nella didascalia di Gofundme. Come se già non bastasse la piaga della malnutrizione che causa la morte dei bambini al di sotto dei cinque anni. Suor Maria Pia, assieme a Suor Sara, si trova a Shashamane e da sempre hanno, come suore de Foucauld, un centro nutrizionale per i più indigenti, donne e bambini con cui il GMAnapoli ha una stretta collaborazione per i progetti di promozione donna nel carcere, dove pure le suore operano. Sul sito del GMAnapoli è riportata la loro testimonianza sulla situazione che i luoghi della missione si trovano a vivere: le scuole sono chiuse e insegnanti lavorano dando plichi e compiti per casa. In casa famiglia, i più grandi fanno scuola ai più piccoli, ma molti alunni non hanno più i soldi per pagare le rette perché i genitori non stanno lavorando per le chiusure del Governo dovute alla pandemia. “La situazione è grave in particolare per i poveri che si arrangiavano a giornata: noi li cerchiamo, li facciamo venire a casa nostra, con le dovute precauzioni, a prendere cibo! Si prospettano tempi lunghi e anche il rischio concreto di morire di fame per tantissimi”- scrivono le suore.

 

La quota della raccolta fondi sarà impiegata nell’acquisto di mascherine, taniche d’acqua pulita, saponette e cibo, beni di prima necessità per la popolazione che non può permetterseli. “Soprattutto la maggior parte della gente non è consapevole del rischio (soprattutto i più poveri) e non hanno i soldi per comprare sapone, alcool e dispositivi utili contro il virus, oltre che per l’igiene in generale.”- si legge ancora nella lettera delle suore.

 

È importante diffondere e donare. Il GMAnapoli ci tiene a sottolineare l’assoluta trasparenza della campagna: “Terremo aggiornati i sostenitori della campagna con foto e video e li ringrazieremo con comunicazioni periodiche sugli acquisti fatti grazie alle donazioni. Se c’è una lezione appresa da questo tempo di isolamento e meditazione, è il fatto che siamo tutti interconnessi in un mondo globale: vogliamo dimostrarlo sostenendo chi è più lontano e fragile in un momento delicato per tutti noi.”

 

Link utili:

Raccolta fondi su Gofundme: https://www.gofundme.com/f/etiopia-covidfree

Info sul sostegno a distanza: https://gmanapoli.org/sostegno-a-distanza/

Lettera di Suor Sara e Suor MariaPia da Shashamane: https://gmanapoli.org/blog/2020/05/08/covid-19-e-fame-in-etiopia-lettera-da-shashamane/

News sul Covid dall’Etiopia: https://gmanapoli.org/blog/2020/04/27/etiopia-ai-tempi-di-covid19/

Viaggio a Shashamane con i volontari del GMAnapoli: https://www.youtube.com/playlist?list=PL6eUhOSF6F5ieGn9093UDUOvm8vdqlhp4

Visita la pagina Instagram del GMAnapoli per altre immagini delle case famiglia ai tempi di Covid.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*