“Mai per sempre”: una parabola del male firmata dal regista campano Fabio Massa

Pubblicità

Un noir, un thriller, un intreccio di vite risolte e sospese. E’ una parabola del male il nuovo film del regista stabiese Fabio Massa. Uscito nelle sale il 24 settembre, la pellicola è pronta da inizio 2020 ma la pandemia improvvisa ne ha ritardato la presentazione al pubblico.

<< Nessun rammarico per questo imprevisto>>, ha affermato l’attore e regista Massa, << Il film sta riscuotendo un notevole successo e nonostante le persone siano spaventate dal pensiero di entrare in un cinema, il mio lavoro ha fatto il giro di numerosi festival. Qualche settimana fa sono volato in Spagna, a Palma di Maiorca in occasione del festival cinematografico italo-spagnolo, giunto alla sua quinta edizione, l’evento nato dalla collaborazione tra il Ministero dei Beni Culturali, l’ambasciata di Spagna in Italia e l’associazione culturale italiana Abilis. “Mai per sempre” è stato presentato anche lì >>, ha affermato con orgoglio il regista. In effetti la pellicola ha collezionato molti riconoscimenti anche internazionali tra cui la menzione speciale della giuria al Los Angeles Underground Film Forum 2020.

      (Fabio Massa)

<< La prima uscita della pellicola era in programma per il 16 aprile, una data in pieno lockdown. Tuttavia a poche settimane dall’uscita del film ( a settembre) eravamo già trentesimi nella classifica del box office italiano>>, ha raccontato Massa.

Una carriera in ascesa quella del giovane artista campano che ha cominciato a fare l’attore per caso, ottenendo il primo ingaggio presso una casa di produzione cinematografica famosa quando era poco più che adolescente: <<Facevo il ragazzo che consegna le pizze per un locale di Castellammare di Stabia, la mia città. Una sera ho consegnato ad una casa di produzione cinematografica, in quel momento sono stato notato e mi hanno voluto come comparsa. Sono stati i primi trenta secondi dinanzi ad una macchina da presa cinematografica. Successivamente ho capito che avrei voluto fare questo e ho studiato sia recitazione che produzione >>. Massa è volato negli Stati Uniti per approfondire le tecniche di creazione dei videoclip. Autore anche di cortometraggi, il giovane artista può vantare di aver visto i suoi lavori selezionati allo “Short Film Corner”, sezione internazionale che si svolge al Festival di Cannes. Nel 2008 è stato scelto dal regista Pasquale Falcone come coprotagonista del film “Io non ci casco”, pellicola in cui ha recitato accanto a Maria Grazia Cucinotta, Ornella Muti e Maurizio Casagrande distribuito da Medusa Film.

 

(Una scena del film con l’attrice Cristina Donadio)

 

Nel 2009 ha diretto Linea di konfine, nel 2011 ha ripreso le vesti di attore in Esterno Sera di Barbara Rossi Prudente al fianco di Ricky Tognazzi.

Un curriculum vastissimo, collaborazioni valide e tanta voglia di crescere, Fabio Massa ha affrontato con sorriso e resilienza il momento complesso che le Arti, lo Spettacolo e la Cultura stanno vivendo.

“Amo recitare ma amo anche lanciare messaggi al pubblico. Per questo motivo vestirei sempre i panni di attore ma ogni due anni mi fermerei per realizzare un mio lavoro, un film tutto mio. Del resto penso che una pellicola sia come un bambino che si lascia camminare, ti aspetti sempre che proceda verso orizzonti positivi”, ha concluso il giovane regista.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*